ASPIRAZIONE o IMMISSIONE?

Per effettuare un ricambio di aria bisogna inevitabilmente espellere dall'ambiente l'aria esausta e contemporaneamente immettere aria nuova proveniente dall'esterno.
Se non si effettua questa semplice operazione il locale può andare in depressione (se è presente l'aspirazione e manca l'immissione di aria esterna) oppure in pressione (se manca l'aspirazione ed è presente solo l'immissione). Avere il locale in pressione o in depressione prima di tutto provoca un calo netto delle prestazioni degli impianti di ventilazione installati vanificando le loro funzionalità. In secondo luogo crea disagi agli occupanti i quali avranno a che fare con spifferi correnti d'aria anomale e difficoltà nella apertura e chiusura dei serramenti.
Nel caso di estrazione di piccole quantità di aria (aspiratore bagni o altri piccoli aspiratori) questi problemi possono essere trascurati poiché l'aria viene prelevata aprendo la finestra oppure recuperata da locali attigui, senza creare troppi disagi.

Nel caso invece di ricambi d'aria piuttosto elevati, i problemi connessi non sono più trascurabili.

Gli impianti di aspirazione per le cucine di ristoranti o alberghi, sono un esempio tipico per spiegare praticamente quanto sopra. Molto spesso infatti le cucine sono dotate della sola cappa di aspirazione.
Poiché la quantità di aria estratta in questo caso è di notevole entità, il locale della cucina ovviamente si troverà in forte depressione. È uso comune in questi casi aprire la finestra per far entrare l'aria esterna per compensare l'estrazione. Operazione che può sembrare funzionale, ma che ha due inconvenienti molto importanti:

  • L'aria proveniente dalla finestra non è controllata termicamente, quindi nei periodi invernali entra nella cucina una notevole quantità d'aria fredda con conseguenti disagi per il personale addetto.
  • L'aria entrante non è filtrata e quindi viene immessa in cucina (locale dove deve essere rispettata una certa igiene) dell'aria che contiene potenzialmente qualsiasi tipo di impurità.

Le problematiche fin qui espresse sono applicabili a qualsiasi sistema di ricambio dell'aria, e vista la numerosa casistica sono molto articolate e offrono numerosi aspetti di valutazione. Nella progettazione dei nostri impianti, cerchiamo di tenere conto di questi aspetti per offrire al cliente il giusto compromesso fra costo e funzionalità.