Perché Ventilare?

Perché?
Il problema del ricambio dell'aria di una stanza o di un qualsiasi locale chiuso si presenta nel momento in cui all'interno di esso vengono introdotti dei fattori che "inquinano" l'aria presente compromettendo il benessere degli occupanti. Tali fattori inquinanti possono essere generati dalla presenza di persone (odori e anidride carbonica residuo della respirazione), oppure da macchinari che emanano vapori o gas, oppure da sostanze organiche (cibi, alimenti), da agenti chimici o da qualsiasi altro fattore che altera le caratteristiche naturali dell'aria.
Per ricambiare l'aria a volte è sufficiente aprire le finestre (se presenti), ma in molti casi la ventilazione offerta dalle finestre non è sufficiente ad eliminare i fattori inquinanti. In altri casi invece aprire le finestre non è una soluzione idonea in quanto nei periodi invernali l'entrata di aria fredda dall'esterno provoca notevoli fastidi nonché pericolose correnti d'aria per gli occupanti dei locali.

Come?
La ventilazione meccanica forzata permette di mantenere all'interno degli ambienti interessati le corrette condizioni di qualità dell'aria. E' necessaria ed in alcuni casi anche obbligatoria e richiesta per legge (locali pubblici ecc.), in locali affollati oppure in locali dove vi sono apparecchiature o sostanze che generano odori, fumi o vapori di qualsiasi natura oppure in locali sprovvisti di finestre.
Se si vuole oltre alla qualità dell'aria ottenere Il controllo della temperatura e dell'umidità dell'ambiente è possibile "climatizzare" l'impianto di ventilazione, ossia dotarlo di sistemi di riscaldamento, raffreddamento, umidificazione e deumidificazione a seconda delle esigenze.

Esempi
Un tipico esempio è rappresentato nella climatizzazione dei centri benessere. Infatti, oltre ad effettuare un regolare e necessario ricambio aria, i valori di umidità e temperatura vanno costantemente controllati a causa della notevole presenza di acqua e relative evaporazioni (piscine, vasche idromassaggio, docce, bagno turco ecc), in maniera da evitare formazioni eccessive di condense che danneggerebbero le strutture e creerebbero disagio agli occupanti.

La ventilazione nelle sale da pranzo è molto importante e molto sottovalutata. La presenza all'interno di un discreto numero di persone, nonché la presenza di cibi di diverso genere, provoca in poco tempo un "inquinamento" notevole delle caratteristiche naturali dell'aria. Infatti capita spesso di entrare in sale da pranzo senza ventilazione (o con ventilazione spesso non funzionante), e di uscirne con i vestiti che odorano di cibo, oppure capita di percepire aria pesante o senso di stanchezza. Le finestre anche se presenti, non vengono quasi mai utilizzate per ventilare o perché fuori è freddo oppure perché da fastidio l'aria entrante o molto più semplicemente perché sul momento non ci si rende conto dello stato esausto dell'aria.